La Valle del Tempo

Catalogo generale

Giuseppe Improta si propone di tracciare un ricordo del movimento «Cri­stiani per il socialismo» e di uno dei suoi ideatori, Domenico Jervolino, filosofo e uomo politico.

Napoli sul finire del Cinquecento, fascinazione di una capitale, suoni, umori, arti e mestieri sul fondale di un Vesuvio attivo e dominante.

Ventitré. Palinodie contiene poesie già pubblicate ma anche com­posizioni inedite, fortemente espressive, le une e le altre, della pro­fondità raggiunta dall’autore nel proprio percorso creativo.

Si tratta del dia­rio tenuto da Jeanne Hébuterne, la compagna di Amedeo Modigliani.

Penelope è il poeta per antonoma­sia: ella crea e distrugge, ricrea e corregge e arriva in fondo solo con l’aiuto della sua interiorità domi­nante.

I diciannove episodi, in maniera più o meno diretta, richiedo­no soprattutto una riflessione sui nostri comporta­menti passati: che cosa lascia l’esperienza? Siamo convinti del tempo trascorso? Rifaremmo, oggi, le stesse scelte? Le possibili emozioni vissute con la lettura del libro risvegliano la memoria del pro­prio passato.

La molteplicità dei temi e la natura polifonica dell’intreccio lasciano vi­brare le nostre corde più profonde, generando possibili e differenti in­terpretazioni.

L’opera consiste in una serie di racconti che partono dalle rievocazioni acquisite sulle narrazioni di famiglia legate al periodo bellico e post bellico delle ultime guerre, collegandosi successivamente a momenti di vissuto personale.

La storia di Concetta si fa storia collettiva, riportando all’attenzione dei lettori le profonde trasformazioni che hanno interessato Napoli, la sua provincia e l’intero Paese nella seconda metà del Novecento.

Cerca per titolo o per autore
Cerca per collana